giovedì 22 giugno 2017

ALTO LAGO MAGGIORE

Dopo aver pagaiato nella parte sud e in quella nord del lago Maggiore,domenica con Gianni ci siamo ritrovati a Pino Tronzano per pagaiare nel tratto svizzero del lago.
La mappa del percorso:


E' stata una bella domenica in quanto pagaiare in quel tratto di lago è davvero suggestivo e in alcuni tratti sembrava di essere al mare.
Infine è stata l'ultima delle tre tappe di prova in vista del giro del lago Maggiore che faremo a metà Settembre con Gianni e Paolo.


Le isole di Brissago unite da una passarella!!


La birra nostra compagnia di pagaiata!!

Divertenti giochi  d'acqua!!

Un grazie a Gianni per la bella domenica trascorsa in kayak.

martedì 6 giugno 2017

PRIMI CORSI DI KAYAK

Domenica scorsa io  e Mirella dal lago Maggiore ci siamo trasferiti sul lago di Monate  per iniziare il nostro tirocinio in vista degli esami di fine ottobre ,a Bergeggi,con noi c'erano anche Barbara e Andrea allievi sperimentali.


Barbara

Andrea

Abbiamo iniziato con una veloce lezione "a secco" su come pagaiare e come entrare/uscire dal kayak.






In seguito abbiamo messo in pratica le "lezioni" sulla pagaiata.







Abbiamo compiuto il giro dell'intero lago facendo un ottima pausa pranzo in compagnia.



Strane presenze sul lago!!!



E' stata una domenica costruttiva sia per me che per Mirella,ma anche per Barbara e Andrea desiderosi d'imparare nuove cose.
Il momento più bello è stato sicuramente nel pomeriggio durante il briefing di fine giornata dove tutti eravamo felici per la giornata trascorsa e desiderosi di rivederci per condividere altre occasioni come quella appena passata.
Un grazie per la stupenda giornata a Mirella,Barbara e Andrea.

martedì 30 maggio 2017

A NORD DEL LAGO MAGGIORE

Domenica approfittando dell'alta pressione di questi giorni con Gianni e Mirella ci siamo ritrovati a Germignaga per trascorrere una domenica in kayak.





Da Germignaga abbiamo subito attraversato verso Cannero e poi girato le nostre prue verso nord sperando di trovare un pò di brezza per dare sollievo al nostro pagaiare ma non siamo stati molto fortunati perchè la brezza l'abbiamo trovata solo per un'ora nel primo pomeriggio all'altezza di Cannobio .






La birra è sempre presente nelle nostre pagaiate!!!


Nel tardo pomeriggio rientrati a Germignaga,nonostante il caldo,eravamo tutti contenti per la pagaiata e soprattutto Gianni e Mirella perchè era la prima volta che pagaiavano in quella zona del lago e io ci sono ritornato dopo molti anni.
La mappa del percorso:


Una volta sbarcati e caricati i kayak sulle nostre auto abbiamo brindato con una meritata birra alla splendida giornata .
Un grazie a Gianni e Mirella per la fantastica compagnia.

mercoledì 24 maggio 2017

PAGAIATA A SUD DEL LAGO MAGGIORE

Domenica scorsa con Gianni ci siamo ritrovati a Ranco  per pagaiare nella parte sud del lago Maggiore.
La mappa del percorso:

E' stata davvero una bella giornata specialmente dal punto di vista meteorologico che ci faceva respirare il profumo di estate,le spiagge cominciavano ad affollarsi in acqua si vedeva qualche timido bagnante e il lago cominciava a riempirsi di ogni tipo di imbarcazione e anche io e Gianni finalmente abbiamo lasciato a casa la muta stagna.






Comunque la cosa più bella vista la giornata completamente senza nuvole è stato vedere ancora le montagne  innevate.





Alla sera terminata la pagaiata e sbarcati a Ranco con Gianni abbiamo  brindato alla stupenda giornata con un ottima birra,un grazie a Gianni per la bella domenica trascorsa in kayak.

sabato 20 maggio 2017

DEVI AVERE IL CORAGGIO DI METTERTI SULLA LINEA DI PARTENZA, PRIMA DI ARRIVARE AL TRAGUARDO

DEVI AVERE IL CORAGGIO DI METTERTI SULLA LINEA DI PARTENZA, PRIMA DI ARRIVARE AL TRAGUARDO

Questa frase, non so di chi sia, l’ho sentita in un preciso istante, mentre stavo decidendo se effettuare o meno un corso (di kayak … naturalmente) che mi servirebbe per realizzare un desiderio / sogno …
Sentita nel momento giusto … mi libera da ciò che sarà l’esito finale, cioè se supererò o meno l’esame finale, e ma mi fa vivere questa esperienza in un modo diverso, facendomi impegnare comunque al massimo ma “libera” da ciò che sarà .. e senza rimpianti J .
Riscopro un modo nuovo di affrontare le prove, sono io che ho deciso e voglio farlo!
Bene, dopo questa premessa, ed effettuato il corso mi metto al lavoro – e di cose da imparare ne ho moltisssimisssimissime – prima di effettuare l’esame finale che si terrà ad ottobre.
La prima cosa che ho fatto, subito dopo l’iscrizione al corso è stata un'altra iscrizione ad un altro corso … quello di SICUREZZA e SOCCORSO BLSD.
Il mio amico grandioso Tony Pusateri  ne sta organizzando giusto giusto uno presso l’Associazione Marinai D’Italia a Torino quindi … mi ci fiondo !
Sabato scorso, 13/05/2017,  dopo ore di teoria, pratica, prove e riprove di una serie di tecniche basilari di soccorso e rianimazione cardio-polmonare anche con l’ausilio di un defibrillatore semi-automatico ed esamino finale  voilà anch’io (Andrea lo è già) ne sono abilitata.
Sono contenta, molto contenta, perché avere la consapevolezza e la competenza di poter aiutare un essere umano mi rende lieta.
Ebbene si, il corso di kayak ha già dato i suoi primi frutti …..
Al termine del corso, Tony accenna ad un … “Mirella, Ti piacerebbe se Ti facessi vedere il sommer……” naturalmente non finisce nemmeno la frase che io scoppio in un entusiastico SIIIIIIIIIIIIII !!!!!
Effettivamente morivo dalla voglia di vedere IL SOMMERGIBILE !!!! si, si ! un vero sommergibile che è presente, in lamiera e accessori, presso la sede dell’Associazione.
E’ uno dei pochi reperti storico-navali di importanti dimensioni rimasti in Italia. Si tratta del sottomarino Andrea Provana, così chiamato in onore dell’Ammiraglio piemontese che partecipò alla battaglia di Lepanto nel 1571. Più precisamente, qui si trovano la sezione centrale del sommergibile, la falsa-torre ed i cannoni.
Povero Tony, ha faticato non poco a tenere a bada il mio entusiasmo, che ha contagiato, povero lui,  anche due dei formatori del corso BLSD (che vorrei ringraziare tanto -volontari dell’ANPAS-).

Guardate qui che spettacolo :








MINE, MISSILI, RADAR,  E .. AVVERTIMENTO IN CASO DI RITROVAMENTO MISSILE
J



Anche la moglie di Tony, Tiziana, anche Lei presente al corso è coinvolta nel ciclone Miry, ci segue vigile, premurosa, dolcissima e molto attenta ad ogni nostra necessità.
Dopo la visita al sommergibile J J l’inesauribile Tony cede, ancora una volta, alle mia richiesta … Tony .. parliamo del mio desiderio da realizzare ? (quello riferito al corso di kayak che ho effettuato ma che Vi dirò poi solo a ottobre…).
E qui i ruoli si invertono … Tony è entusiasta e aumenta quindi il mio entusiasmo … gli chiedo se mi farà da Tutor e lui mi risponde di si, sono strafelicissima. Anche se per problemi fisici non potrà seguirmi in acqua, non mi importa assolutamente !!!!!! E … farà da Tutor anche ad Andrea !!!!
Fiumi di idee di concetti di bozze di … wow e doppi wow escono dalla mia bocca!!!! ma che bello ragazzi/e guardate un po’ cosa genera un corso di kayak.
Oramai è sera … Tony deve rientrare alla base ma io ed Andrea decidiamo di prenderci ancora un oretta per visitare il castello che si trova vicino all’Associazione all’interno del Parco del Valentino.



DOMENICA

Nonostante aver fatto decisamente tardi il giorno prima, domenica mattina non potevamo esimerci dal trovarci con l’amico Gianni per una pagaiata.
Con noi ci sono anche Massimo, Massimo S. e  sua moglie Ambra.
Colazione veloce e via !
Prima di imbarcarci .. notiamo la differenza di abbigliamento.


Gianni indossa ancora la muta stagna mentre Andrea, e Ambra il costume J, Massimo e Massimo S. i moderati, la muta in neoprene ..


Decidiamo la meta, Caldè, anche perché né Massimo né Ambra hanno mai costeggiato il lago Maggiore in quella direzione.
E’ superfluo dirvi che, siccome erano quasi due mesi che non vedevo Gianni, avevo giusto giusto “due” cose da raccontargli.
Il sospetto a Gianni che io sarei stata un po’ chiaccherona gli è venuto quando ha visto la mia borraccia J .
Ma anche lui aveva un sacco di cose belle e interessanti da raccontarmi dopo il suo viaggio e symposium in Spagna.


Dopo i primi 8 km .. Gianni si defila a riposare le orecchie lasciandomi però in ottima compagnia


Arrivati a Caldè scendiamo per il pranzo e gli uomini sistemano la “cambusa” … il tasso alcolico è così alto che anche la bussola … legge il mondo sotto sopra !


Ad un tratto un tuono ci riporta … sui kayak ! Si sperava in una giornata di sole totale ma invece eccolo lì .. il temporale.
La cosa non ci scompone, anzi Gianni è entusiasta perché può usare il suo cappello da tempesta, e siamo tutti d’accordo sul fatto che un po’ d’acqua in kayak rende  pagaiare ancor più bello.
Saliamo in Kayak e nessuno di noi si mette nemmeno la giacca d’acqua!



Ed eccoci all’arrivo … mentre Massimo, Ambra e  Massimo S. caricano i Kayak, io e Gianni rimaniamo a riva “a giocare a fare l’Eskimo” . Naturalmente mio marito guarda perplesso e scuotendo la testa non tanto Gianni che è “mutato” ma me .. che sono praticamente in costume J.
Vi assicuro che l’acqua è ancora freddissima !!!!!!!!!!.
Dopo esserci decisamente raffreddati anche io e Gianni sbarchiamo, ci cambiamo e tutti insieme andiamo a fare il “DEBREFING” davanti a quattro birre, un analcolico e un succo di frutta.
Che bella giornata !
Grazie tantissimo a Gianni, Andrea, Massimo,  e  Massimo S. e alla carinissima Ambra.
Un abbraccio forte pieno di gratitudine al mio amico superTony  e alla sua dolcissima moglie Tiziana.


Mirella